venerdì 26 agosto 2016

Filofax mania

Ebbene si, alla fine ho ceduto anch'io e ho comprato la Filofax.
Fin dai tempi dell'università (oddio, sembra che sia passata un'eternità...) ho sempre avuto con me un'agendo in cui segnavo tutti i miei appuntamenti, gli orari delle lezioni, esami e quant'altro e, quando ho iniziato a lavorare, i miei turni.
Navigando in rete, non so come ne perché, ho cominciato a guardare tutto ciò che riguardava la decorazione delle agende (video, tutorial, etsy, aliexpress e simili) e il mio cervello non ha capito più niente. Mi si è aperto un mondo che non conoscevo minimamente e mi sono persa completamente.
Ero tentata di prendere la Filofax sul sito di questo brand o su Amazon ma sono riuscita a trovarla in un negozio fisico, da C'Art.
La mia agenda è modello Personal, colore Pear.


Ho adorato questo colore appena l'ho visto. E anche le dimensioni sono giuste per le mie esigenze. Il bello di questa agenda è il fatto che si possono usare per più anni e permettono di essere personalizzate. E questo è l'aspetto più divertente...
Esistono mille modi per personalizzare una Filofax: stickers, washi tapes, diveders, post.it, ecc...
Per raccogliere tutto il materiale (per ora ancora poco ma vedrò di rimediare, eh eh) che userò per decorare l'agenda ho riutilizzato una scatola di cartone carina.



Al momento la mia scatola contiene alcuni scotch colorati, adesivi e cristalli adesivi, foglietti con disegni, post-it, evidenziatori, biro fluo, carte decorate e naturalmente l'agenda. L'unica cosa che mi manca, ma vedrò di comprarla il prima possibile, è quell'aggeggio per forare la carta.
Nel prossimo post vi mostrerò nel dettaglio il materiale.

A presto

Elisa

venerdì 16 gennaio 2015

Handmade badge holder

Ormai (e per fortuna) lavoro a tempo pieno come educatrice presso una struttura per disabili e il tempo da dedicare ai miei hobby è veramente poco. Però mi serviva qualcosa in cui mettere il mio badge in quanto devo tenerlo sempre con me. Cosi ho deciso di cucirmi da sola un porta-badge (o porta-tessera) e ho optato per uno stile country.
E' stato realizzato con stoffe di cotone, fiselina e passamaneria. Per la chiusura ho usato il velcro.
La cosa che mi piace di più è l'abbinamento dei motivi e dei colori delle stoffe, fanno molto "sile provenzale".


In rete avevo trovato vari tutorial per realizzarlo ma nessuno mi convinceva del tutto perciò ho cercato di prendere delle parti da vari tutorial e metterle assieme per realizzare la mia versione. Ho passato notti insonni a chiedermi:" ma se faccio cosi andrà bene? oppure è meglio fare diversamente?".

Alla fine sono riuscita nel mio intento e mi posso ritenere soddisfatta. Però c'è ancora una questione che mi tormenta:" come mai quando arrivo agli angoli faccio una faticaccia a cucire?". La mia macchina non riesce più a scorrere perchè c'è troppa stoffa sotto e devo finire la cucitura a mano.Vabbè tralasciamo questo particolare (e le cuciture sui lati eseguite due volte perchè non avevo preso tutta la stoffa e cerano dei buchi...).




Alla prossima

ElisaeZucchina

mercoledì 1 ottobre 2014

Il quaderno delle idee



Se siete delle persone creative con tante idee che vi frullano per la testa sicuramente avrete bisogno di uno strumento che vi aiuti a organizzarle tutte. Ecco che nasce per questo scopo il Quaderno delle idee.
Non è nulla di eccezionale. E' un classico quaderno di cartoncino con rilegatura a spirale in cui disegno, scarabocchio, prendo appunti, incollo foto, progetto...insomma metto su carta le mie idee.
E' vero che esistono strumenti digitali come Pinterest che nascono proprio per mettere in ordine tutto ciò che ci ha colpito, però presenta dei limiti: non si può aggiungere note alle immagini, non si possono creare bozze, schizzi.
Animali, fantastici e non, personaggi, composizioni "dolci", tutorial per fiocchi di stoffa e tanto altro riempiono le pagine del mio quaderno. Non c'è un ordine ben preciso, non c'è una suddivisione tematica, però nel mio disordine mi ritrovo (e credo che questo sia un fattore fondamentale: non perdersi nel proprio caos).
Alcuni progetti hanno avuto un seguito e sono stati realizzati, altri sono stati momentaneamente accantonati, altri ancora sono stati scartati.
Il progetto relativo alle palline natalizie decorate con elementi in fimo (foto n°3 del collage) è stato un successo, la cassettiera di legno pure (foto n°2 del collage).
Il regalo per la laurea di una mia amica ha visto nascere varie alternative (foto n°2 del collage).
Gli animali in fimo non sono stati realizzati tutti (per esempio l'ape e il maialino si, mentre non ho ancora fatto la zebra e l'unicorno). Il gufo è in assoluto l'animale che preferisco realizzare (la mia gatta si è offesa, ma le passerà...), nel mio quaderno sono presenti varie versioni.

Anche voi avete un quaderno delle idee o qualcosa di simile? Preferite la versione cartacea o siete amanti delle nuove tecnologie? Raccontate...






Alla prossima

ElisaeZucchina

domenica 21 settembre 2014

Cheesecake alle fragole

L'estate stà finendo ("estate", si fà per dire...io non l'ho vista proprio arrivare...) però c'è ancora l'occasione di gustare una torta fresca. Questa è la mia versione della cheesecake alle fragole.

Era da un pò che volevo provare a farla ma non trovavo mai la ricetta giusta; volevo una torta che non prevedesse l'uso di panna o mascarpone (purtroppo a casa mia devo cucinare il più light possibile, però non voglio rinunciare al dolce).

Questa ricetta l'ho trovata sull'inserto di Cucina Moderna "Torte di frutta" e, come al solito, è stata leggermente modificata sia nelle quantità che negli ingredienti.

Il primo tentativo risale a un mesetto fa e devo dire che mi era uscito abbastanza bene, il sapore c'era però la gelatina di fragole non era uscita. Questa volta è uscita come doveva.


Ingredienti

  • 250 gr di biscotti tipo digestivi (vanno bene anche quelli secchi)
  • 150 gr di burro
  • 500 gr di philadelphia
  • 340 gr di yogurt greco
  • 5 fogli di gelatina
  • 200 gr di zucchero a velo
  • aroma di mandorla (circa poco meno di mezza fialetta)
  • 200 gr di fragole (vanno bene anche quelle surgelate)
  • 2 cucchiai di zucchero
  • latte q.b.
  • gocce di meringa

Sciogliere il burro a bagnomaria (io l'ho fatto nel microonde). Sbriciolare i biscotti, mescolarli con il burro e distribuirli sul fondo di uno stampo a cerniera (io per sicurezza ho messo la carta da forno) schiacciandoli bene e livellandoli. Far riposare in frigo per almeno un'ora.
Ammorbidire 3 fogli di gelatina in acqua fredda per 5 minuti. Nel frattempo merscolare in una terrina il formaggio, lo yogurt e lo zucchero a velo. In  un pentolino aggiungere un goccio di latte, l'aroma di mandorla e la gelatina strizzata e far sciogliere quest'ultima a fuoco basso. Successivamente unirla alla crema bianca.
Mescolare delicatamente e distribuire il composto sulla base di biscotti livellandolo bene e riporre in frigo per almeno due ore.
Mettere gli atri due fogli di gelatina in acqua fredda.
In un pentolino aggiungere le fragole tagliate a pezzi, lo zucchero e far scaldare. Quando quest'ultimo si è caramellato mescolare e successivamente frullare il composto con il frullatore ad immersione.
Scolare e strizzare la gelatina, aggiungerla alle fragole e mescolare finchè si sarà sciolta completamente.
Togliere la torta dal frigo, versare sopra la purea, livellare e rimettere in frigo per altre due ore. (Io vi consiglio di fare la cheesecake il giorno prima e farla riposare di notte).
Decorare all'ultimo momento con le gocce di meringa.




 Alla prossima

ElisaeZucchina

domenica 7 settembre 2014

My handmade phone case

Nella sua rubrica la mia Zucchina vi aveva parlato dei phone case in feltro che aveva trovato in giro per la rete.
Oggi vi mostro quello che ho realizzato seguendo il semplicissimo tutorial di Silvia Chelazzi che mostra come realizzarlo traendo ispirazione dal film "Up".
Le modifiche che ho apportato sono state quelle di aggiungere il velcro per chiudere l'astuccio (per evitare che il cellulare scappasse fuori) e di decorare anche il retro. Quello che mi sono dimenticata invece è stato quello di arrotondare i bordi. Nel complesso peò sono abbastanza soddisfatta. I prossimi sicuramente usciranno meglio.








Alla prossima

ElisaeZucchina

sabato 21 giugno 2014

Biscotti al burro

La mia cara zietta mi ha regalato del burro artigianale, per cui ho deciso di preparare dei semplici ma gustosi biscotti al burro. La ricetta è di La cucina imperfetta. L'unica cosa che ho modificato è stata quella di non usare la vaniglia e i tempi di cottura (credo che questi siano soggettivi, dipende dal tipo di forno che si usa).

Ingredienti


  • 250 gr di farina 00
  • 150 gr di burro
  • 120 gr di zucchero
  • 1 uovo

Montare il burro ammorbidito con lo zucchero. Aggiungere l'uovo, la farina e poi lavorare l'impasto sulla spianatoia.
Quando risulta compatto formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e riporlo in frigo per almeno qualche ora.
Stendere l'impasto sulla spianatoia ben infarinata, altezza di circa 1/2 cm e ritagliare i biscotti.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 7-10 minuti (la prima infornata è sempre quella più lunga).


Alla prossima

ElisaeZucchina

giovedì 22 maggio 2014

La rubrica di Zucchina: "Phone case in feltro"



Come ho già accennato nel post precedente Elisa si è decisa a comprare un nuovo cellulare. Fino a poco tempo fa usava un vecchio modello in bianco e nero della Nokia, insomma un pezzo archeologico. Ormai la batteria non teneva più cosi ha deciso di fare il "grande passo". Ha optato per un modello della Samsung, per l'esattezza un Samsung Galaxy Core Plus.
Trovato il telefono, adesso le manca il porta telefono. Questi sono alcuni dei modelli di cui mi sono innamorata (e che sicuramente piaceranno anche a lei). 



Prima riga in alto, da sinistra verso destra:



Seconda riga, da sinistra verso destra:



Su Pinterest ho creato una bacheca apposta, se volete date un'occhiata.


Follow Elisa (me) e Zucchina (my cat)'s board Let's sew phone case on Pinterest.

Alla prossima

Zucchina